lunedì, luglio 24, 2017
angiomi

Angiomi cavernosi: batteri intestinali come possibile causa

In uno studio recente gli scienziati hanno collegato la causa di anomalie dei vasi sanguigni nel cervello a colonie di batteri nell’ intestino. Ictus e angiomi cavernosi Per insufficienza cerebro vascolare si intende...
alzheimer

Alzheimer: test della saliva per una diagnosi precoce

Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Disease, condotta presso il Beaumont Reseaech Institute nel Michigan, è nella saliva dei pazienti che potrebbe esserci la risposta a tante domande relative...
empatia

Chi sa ascoltare il proprio battito cardiaco è più empatico

Dimmi se senti battere il tuo cuore e ti dirò se sei empatico. Uno studio, pubblicato su Cortex, mostra la correlazione esistente tra interocezione ed empatia. In base ai risultati del lavoro...
thc

Il THC migliora le prestazioni cognitive nei topi anziani

In uno studio recentemente pubblicato su Nature, un team di ricercatori guidato da Bilkei-Gorzo ha dimostrato come l’assunzione cronica di basse dosi di THC possa migliorare le performance cognitive di topi...
malattie neurodegenerative

Due nuovi farmaci per il trattamento delle malattie neurodegenerative

Cosa accomuna patologie quali la malattia di Alzheimer, il morbo di Parkinson e le più rare malattie prioniche? Queste invalidanti e mortali condizioni neurologiche, oltre a condividere una mancanza di farmaci...

Risonanza magnetica a diffusione: il presente e il futuro dell’imaging cerebrale

Le tecniche che tratteremo in questo articolo sono la Risonanza Magnetica di diffusione - Diffusion Weighted Imaging (DWI), la sua evoluzione Diffusion Tensor Imaging (DTI) e la ancor più innovativa Diffusion...
Cancro al cervello: un caschetto elettrico per vivere di più

Cancro al cervello: un caschetto elettrico per vivere di più

Un caschetto che colpisce i tumori con campi elettrici a bassa intensità aiuta le persone a combattere il cancro al cervello. In combinazione con il farmaco chemioterapico orale temozolomide (terapia standard)...
Il delirium "crepuscolare": riconoscerlo e trattarlo

Il delirium “crepuscolare”: riconoscerlo e trattarlo

Le persone anziane manifestano, a seguito di repentine variazioni della routine giornaliera o allontanamento dal luogo di vita abituale (es. ricovero ospedaliero), cambiamenti dello stato psicomotorio spesso erroneamente attribuiti ad una...
cerebrospinale

Dal liquido cerebrospinale la diagnosi precoce per l’autismo

Direttamente dalla University of North Carolina Medical School arriva una nuova ricerca che mette in relazione alcune caratteristiche del liquido cerebrospinale all'insorgenza dell’autismo. Se queste ipotesi fossero confermate, ci troveremmo davanti al...
plasticità

La plasticità neuronale continua in età adulta

La plasticità neuronale rappresenta la capacità del Sistema Nervoso Centrale di modificare le interazioni sinaptiche, creandone di nuove e/o eliminandone altre, permettendoci di apprendere, ricordare e acquisire tutto ciò che l'esperienza...