Nei ricordi,
è trafissa la verità
dei nostri sogni;
nella paura,
è disposta la capacità
di poter riuscire.
In un sorriso,
si concentra il sostegno per chi,
quieto soffre;
nella passione,
si rifugia la concretezza
di annodare le insidie!
Con una promessa,
ho offerto
il mio coraggio al dolore;
con ironica nostalgia,
ho ascoltato solerte
i dissidi di ogni paziente.
Come un desiderio,
immaginato da fanciullo,
ho mitigato
l’angoscia di non lottare.
Serafico,
capiterà di mostrarmi imperfetto,
straziato dall’ingiustizia
di un disegno da cui,
non mi sentirò costretto.

Tratta dalla raccolta di poesie:” IL TRACOLLO DEL POMODORO
G. Max De Luca – Aletti editore

CONDIVIDI
Articolo precedenteFumo: siamo realmente consapevoli dei rischi?
Articolo successivoVuoto Browniano – Blog di Max De Luca
Scrittore | Giuseppe Massimiliano De Luca è nato a Cosenza l'8 Marzo 1978; ha conseguito la maturità classica presso il liceo "B.Telesio" di Cosenza; laureato in medicina e chirurgia presso l'Università di Roma "La Sapienza". Dopo un brillante percorso accademico si è specializzato in chirurgia generale e d'urgenza al policlinico di Bari. Ha pubblicato due raccolte di poesie, di cui una intitolata "Il tracollo del pomodoro" (Aletti editore), un romanzo dal titolo "Cambiare" (Aletti editore), un saggio scientifico e ha collaborato per la pubblicazione di un saggio storico, oltre ad aver scritto su diversi giornali. E' appassionato di calcio, cinema e fisica.