Il primo giorno che oltrepassi la soglia di un reparto è consuetudine non capire niente, che nessuno ti saluti, che non ci si ricordi il tuo nome! Ti senti solo ed hai voglia di andare via! Scappare, poi, da chi? Ma è tutto un “gioco”, in cui se rimani prima o poi sei tu. E poi non sei mai solo, i pazienti sono come te, bisognosi di cure ed attenzioni, impauriti e non del tutto a loro agio; quando si è in tanti e nelle stesse condizioni ci si capisce ed un sorriso od un semplice gesto rappresenta l’inizio di un fantastico percorso, sempre immerso nella voglia smisurata di fornire un aiuto a chi cercandolo timoroso appare avvolto da un ombra imperiosa che talvolta sovrasta ogni singola commossa richiesta, che in futuro potrebbe essere la nostra!

Infine dimenticavo le prime volte che farai qualcosa è normale sentirsi impacciati, tremolanti e sudati, perché a differenza di quello che si pensa e che sta scritto sui libri, la mano con un leggero tremolio l’ho vista anche nei più “freddi” chirurghi, l’importante è comprendere che si può temere ciò che discosta dal solo sapere.

Un chirurgo

Nei ricordi,
è trasfissa la verità
dei nostri sogni;
nella paura,
è disposta la capacità
di poter riuscire.
In un sorriso,
si concentra il sostegno per chi,
quieto soffre;
nella passione,
si rifugia la concretezza
di annodare le insidie!
Con una promessa,
ho offerto
il mio coraggio al dolore;
con ironica nostalgia,
ho ascoltato solerte
i dissidi di ogni paziente.
Come un desiderio,
immaginato da fanciullo,
ho mitigato
l’angoscia di non lottare.
Serafico,
capiterà di mostrarmi imperfetto,
straziato dall’ingiustizia
in un disegno da cui,
non mi sentirò costretto.

G. Max De Luca 8 Aprile 2016
“Da grande voglio fare il medico spero il chirurgo”, Edizioni Periferia 2005


Con profonda stima ed amicizia, gli amministratori de “La Medicina in uno Scatto” auspicano un grande debutto per il nostro amico e scrittore G. Max de Luca e Simone Giungato.

CONDIVIDI
Articolo precedenteScoperti i reali effetti dell’LSD sul cervello
Articolo successivoLo sapevate che…? #Funfacts
Scrittore | Giuseppe Massimiliano De Luca è nato a Cosenza l'8 Marzo 1978; ha conseguito la maturità classica presso il liceo "B.Telesio" di Cosenza; laureato in medicina e chirurgia presso l'Università di Roma "La Sapienza". Dopo un brillante percorso accademico si è specializzato in chirurgia generale e d'urgenza al policlinico di Bari. Ha pubblicato due raccolte di poesie, di cui una intitolata "Il tracollo del pomodoro" (Aletti editore), un romanzo dal titolo "Cambiare" (Aletti editore), un saggio scientifico e ha collaborato per la pubblicazione di un saggio storico, oltre ad aver scritto su diversi giornali. E' appassionato di calcio, cinema e fisica.