Acne: il nuovo elisir di giovinezza?
Acne: il nuovo elisir di giovinezza?

Secondo un nuovo studio pubblicato nel “Journal of Investigative Dermatology”, le persone che soffrono di acne sembrano essere protette dai segni del tempo.

L’acne è una dermatosi poliforme e multifattoriale di cui non sono ancora completamente comprese le cause e la patogenesi. Si tratta di una malattia cronica della pelle ad evoluzione benigna, caratterizzata da un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa. Le parti più colpite sono viso, spalle, dorso e regione pettorale del torace.

La ricerca potrebbe offrire una magra consolazione per chi lotta con questa condizione.

Già da un po’ di tempo si è fatta largo la constatazione clinica del fatto che le persone con l’acne tendono ad avere la pelle più giovane e invecchiano meno, ma fino a poco tempo fa le cause di questo fenomeno rimanevano un mistero e non si era neanche certi dell’esistenza di una reale correlazione tra le due condizioni.

Confrontando le informazioni genetiche di donne con e senza l’acne, lo studio ha rilevato che quelle con tendenza acneica avevano telomeri significativamente più lunghi, il che significa che le loro cellule sono state meglio protette dal degrado che di solito viene causato dall’età.

Il telomero è la regione terminale del cromosoma, composta da sequenze di DNA altamente ripetuto. Poiché la DNA polimerasi non è in grado di replicare il cromosoma fino alla sua terminazione, se non ci fossero i telomeri la replicazione del DNA comporterebbe dopo ogni replicazione una significativa perdita di informazione genetica. Diversi studi hanno dimostrato che il progressivo accorciamento dei telomeri ad ogni ciclo replicativo sia associato all’invecchiamento cellulare (fase di senescenza). Ad un certo punto tale accorciamento diviene tale da impedire la replicazione E’ stato dimostrato che fattori di rischio come il fumo e l’obesità possono accelerare il processo di accorciamento dei telomeri.

Al contrario le persone che producono alti livelli di un enzima chiamato telomerasi sperimenteranno una più lenta morte cellulare e più lenta senescenza, proprio perchè questo enzima aiuta a ricostruire la lunghezza dei telomeri dopo la divisione cellulare: ciò significa che le persone con telomeri più lunghi sono protette dai segni della progressiva morte cellulare come rughe e assottigliamento della pelle. Non è ancora chiaro perché solo alcune cellule producono tale enzima e perché alcune persone tendono a produrre più telomerasi rispetto ad altre.

La recente associazione “acne-giovinezza” deriva dal lavoro di ricerca di una serie di ricercatori che hanno deciso di approfondire l’evidenza clinica palesata dai dermatologi secondo cui  le persone che hanno avuto l’acne mostrano meno segni di invecchiamento rispetto a coloro che non hanno mai sofferto di tale condizione.

In particolare il team ha misurato la lunghezza dei telomeri dei globuli bianchi in 1.205 individui di sesso femminile. Un quarto dei gemelli ha riferito di aver avuto l’acne.

È stato messo in evidenza che le donne che avevano sperimentato l’acne avevano telomeri notevolmente più lunghi (in media 7,17 kilobasi, una misura dei telomeri) rispetto alle donne che non avevano mai avuto l’acne (in media 6,92 kb).

Inoltre, i ricercatori hanno esaminato l’espressione genica nelle biopsie cutanee dei pazienti per capire se ci fossero geni la cui espressione fosse correlata ad una maggiore o minore propensione a sviluppare le acne: il team ha trovato  un gene che è risultato più comunemente espresso nelle donne senza acne rispetto alle donne che avevano avuto l’acne: ZNF420, che regola la morte cellulare programmata. Potrebbe essere che il gene ZNF420 è meno attivo nelle persone con l’acne (e quindi il processo di morte cellulare è rallentato) ma questo deve ancora essere ancora provato.

Curioso è invece chiedersi cosa preferirebbero le persone se fosse data loro la possibilità di scegliere tra una gioventù senza l’imbarazzo delle acne o una vecchiaia con qualche ruga in meno e con un aspetto più giovanile…

A voi la scelta!