Anemia e diabete gestazionale aumentano il rischio cardiovascolare

Il diabete gestazionale rappresenta per la mamma un rischio di sviluppare malattie cardiovascolari: la conferma da uno studio canadese pubblicato su Acta diabetologica. Una...

Cardiomiopatia di Takotsubo: la sindrome del cuore spezzato

Può la morte del proprio cane causare problemi di cuore? La risposta è sì, e non in senso figurato. La sindrome del cuore spezzato...

Dietro le quinte dell’infarto cardiaco

Dietro ad ogni infarto miocardico c'è un grande lavoro svolto dalla ricerca, dal 118, dai medici e dagli ospedali, che spesso passa inosservato. Grazie...

Le mutazioni rare che proteggono il cuore

Nell'immaginario comune, il termine "mutazione genetica" ha spesso un'accezione negativa, ma queste possono essere anche buone. Per esempio, le mutazioni a carico di ANGPTL3, un gene...

Stroke e attività fisica: quanto per il recupero della vita quotidiana?

La riabilitazione dopo l’evento ischemico acuto mira alla ripresa del maggior grado di indipendenza nello svolgere le attività di vita quotidiana, in questo termini...

Un cuore nuovo…dagli spinaci!

L’ultima frontiera della bioingegneria parla chiaro: nel giro di pochi anni sarà possibile sostituire il miocardio difettato, a causa di patologie ischemiche e non,...

Operare piccoli cuori: le meraviglie della chirurgia fetale

A 21 settimane di gravidanza il feto misura circa 15 cm e il cuore ha la grandezza di un’arachide. Fino a qualche anno fa...

Un anticorpo sarà la nuova panacea per l’aterosclerosi?

Da uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine è emerso che l'anticorpo monoclonale Evolocumab (Rephata), già noto come efficace trattamento per la...

TTNtv: La variante genetica nell’1% della popolazione

Un nuovo studio condotto dall'Imperial College di Londra in associazione con la British Heart Foundation, ha scoperto l’esistenza di variazioni in un gene codificante...

Cuore: tecnica innovativa per operare la “valvola dimenticata”

Dai medici è chiamata la “valvola dimenticata” perché operarla è piuttosto rischioso e complesso tanto da essere raramente trattata con la chirurgia tradizionale. Ora...

Send this to friend