Alzheimer: gli ASOs per la prevenzione dei grovigli neurofibrillari

Una nuova classe di farmaci, gli ASOs, potrebbe essere usata in futuro non solo per ridurre i depositi di proteina Tau ma addirittura per...

Incrociando le dita il dolore va via

Secondo uno studio condotto dall’università di Verona e l’University College of London, incrociare le dita influenzerebbe il modo in cui il cervello elabora la...

La causa della nostra ansia risiede nei mitocondri?

Un nuovo studio suggerisce come un cambiamento nell'espressione genica ed una riduzione del metabolismo energetico nei mitocondri possa contribuire allo sviluppo di disturbi d'ansia...

Malattia di Alzheimer: la necroptosi come causa della perdita neuronale

“Si può non essere d’accordo su quale molecola inneschi la malattia di Alzheimer, ma siamo tutti d’accordo che il risultato finale è la morte...

Guida pratica in caso di crisi epilettica

"I giovani che sono travagliati da epilessia se ne liberano con il cambiamento sì del luogo, dei tempi, e del vitto, sì massimamente dell'età“ –...

Sclerosi Multipla: scoperto un antistaminico in grado di riparare i neuroni

Un comune farmaco antistamico, chiamato clemastina, si è dimostrato efficace nel favorire la rimielinizzazione nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM). Gli scienziati, che per...

Disordini del Ciclo Sonno-Veglia: la Nuova Epidemia

All’ultima conferenza della American Academy of Pediatrics ha destato molta preoccupazione un report che metteva in risalto l’epidemia di disordini del ciclo sonno-veglia nella popolazione...

Gli ASOs: nuove prospettive per le malattie neurodegenerative

Una nuova ricerca presentata a Los Angeles nel corso del 70° Academy of Neurology (AAN) Annual Meeting 2018 mostra nuove frontiere nell’uso dei farmaci...

Sindrome Takotsubo: verso la comprensione dell’asse cuore-cervello

In un recente articolo apparso sull’European Heart Journal un gruppo internazionale di ricercatori potrebbe aver messo in luce un nuovo protagonista nella patogenesi della...

OCT: studiare l’occhio per diagnosticare l’Alzheimer

Negli ultimi anni la ricerca sulla malattia d'Alzheimer ha progressivamente esteso il suo campo di interesse includendo organi e tessuti differenti, tra questi spicca...

Send this to friend