Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Disease, condotta presso il Beaumont Reseaech Institute nel Michigan, è nella saliva dei pazienti che potrebbe esserci la risposta a tante domande relative all'Alzheimer. Lo studio Uno studio pilota che ha coinvolto attualmente...
In un articolo recentemente apparso su Nature, un gruppo di ricercatori ha dimostrato per la prima volta la possibilità di impiegare vaccini costituiti da porzioni di proteine tumorali nella lotta contro il glioblastoma, la neoplasia primitiva più frequente e aggressiva...
All’ultima conferenza della American Academy of Pediatrics ha destato molta preoccupazione un report che metteva in risalto l’epidemia di disordini del ciclo sonno-veglia nella popolazione adolescenziale. Sarebbe provocata dall’eccessivo utilizzo di dispositivi elettronici con schermi LCD da parte degli adolescenti. Ciclo...
La sola presenza del cellulare, spento o acceso che sia, è sufficiente a ridurre le nostre abilità e performance cognitive. È quanto risulta da uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the Association for Consumer Research. Il team di ricerca...
Un comune farmaco antistamico, chiamato clemastina, si è dimostrato efficace nel favorire la rimielinizzazione nei pazienti affetti da sclerosi multipla (SM). Gli scienziati, che per 150 giorni hanno messo alla prova l’efficacia di questo farmaco si sono detti soddisfatti seppur...
La riscoperta di una tecnica vecchia di 150 anni sta gettando nuova luce sui processi fisiopatologici legati all’invecchiamento, ampliando la comprensione di condizioni di interesse endocrinologico, gastroenterologico, oncologico nonché, più recentemente, anche neurologico. Si tratta della parabiosi, le cui prime...
“Voglio dormire fino all’arrivo della morte senza più soffrire”- così aveva deciso Dino Bettamin, macellaio 70enne di Montebelluna (Treviso) da 5 anni malato di SLA. Aveva espresso questa volontà ed ieri è stato assecondato con la sedazione palliativa, rispettando il...
Uno studio pubblicato su Nature Communications ha dimostrato per la prima volta l’importanza che i flash mitocondriali, processi biomolecolari recentemente descritti in letteratura, rivestono nel favorire uno dei più importanti meccanismi alla base della plasticità sinaptica: la Long Term...
Una ricerca dell’IRCCS dell’Ospedale San Raffaele ha rivelato l’interessante coinvolgimento del microbiota intestinale nello sviluppo della sclerosi multipla. Esisterebbe infatti una correlazione tra l’alterazione della flora batterica intestinale e la fase attiva della forma più diffusa della malattia, la...
Negli ultimi anni la ricerca sulla malattia d'Alzheimer ha progressivamente esteso il suo campo di interesse includendo organi e tessuti differenti, tra questi spicca recentemente l’occhio. In questo filone di ricerca sembra promettente uno studio apparso su JAMA Neurology: secondo...

#MedicalSpace

Da non perdere

Send this to friend